Due coniugi di Treviso sono stati ricoverati per grave avvelenamento dopo aver consumato funghi raccolti in città. La loro condizione, complicata da insufficienza epatica, sottolinea i rischi dell'autoraccolta di funghi.

Bimbo di 11 anni si ubriaca con altri amici bevendo sambuca, ricoverato in coma etilico

Un ragazzo di 11 anni è finito in ospedale in coma etilico a Isola  Liri dopo aver bevuto eccessive quantità di sambuca con amici. I carabinieri indagano sull’accaduto.

Un incidente sconvolgente a Isola Liri

Un episodio allarmante si è verificato a Isola del Liri, in provincia di Frosinone, dove un bambino di 11 anni è finito in coma etilico.

L’incidente è avvenuto durante una serata trascorsa con un gruppo di coetanei, in cui il giovane ha consumato quattro bicchierini di sambuca uno dopo l’altro, come riferito da alcuni testimoni.

Il ragazzo è stato prontamente soccorso e trasportato all’ospedale Santissima Trinità di Sora, dove i medici sono riusciti a salvarlo. Dopo una notte di ricovero, il bambino si è ripreso ma è rimasto sotto stretto controllo medico.

La reazione degli amici e l’intervento dei soccorsi

Gli amici dell’undicenne, testimoni dell’accaduto e spaventati dalla sua perdita di coscienza, hanno chiamato l’ambulanza.

La situazione si è aggravata quando il bambino è caduto a terra, incapace di reggere l’eccessiva quantità di alcol assunta. Questo grave incidente è avvenuto nella serata di sabato 18 novembre, lasciando la comunità in stato di shock.

Le indagini dei carabinieri e possibili sviluppi

I carabinieri della compagnia di Sora hanno iniziato le indagini per chiarire le circostanze dell’incidente. Hanno interrogato gli amici del minorenne per comprendere come il gruppo di ragazzi sia riuscito a ottenere l’alcol.

Si sta indagando per scoprire se l’alcol sia stato venduto illegalmente ai ragazzini o se, come ipotizzato, abbiano preso di nascosto la bottiglia di sambuca da un’abitazione. L’episodio ha suscitato preoccupazione e interrogativi sulla facilità con cui i minori possono accedere alle bevande alcoliche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *