Femminicidio Andria, le confessioni di Vincenza a un’amica prima di essere uccisa dal marito “Mi maltratta, voglio andarmene”

Luigi Leonetti ha confessato di aver ucciso sua moglie Vincenza Angrisano ad Andria, lasciando la comunità e la famiglia in lutto e preoccupazione per i loro due figli.

Vincenza Angrisano è stata tragicamente uccisa dal marito davanti ai loro figli a Andria, suscitando orrore e indignazione.

Omicidio ad Andria: la tragica fine di Vincenza Angrisano

Vincenza Angrisano ha subito una morte orribile per mano del marito, ieri, in una zona rurale di Andria.

Accoltellata brutalmente davanti ai suoi figli di 6 e 11 anni, Vincenza è deceduta in casa. Dopo l’atto barbaro, Vincenzo Angrisano ha contattato i soccorsi, confessando freddamente: “venite, l’ho uccisa”.

Testimoni riferiscono di aver sentito, al telefono, il pianto disperato dei bambini, sconvolti dalla morte della madre.

Premonizioni su social e segnali ignorati

Due giorni prima del suo assassinio, Vincenza aveva espresso sui social pensieri profondi, forse prevedendo il suo destino.

Ha scritto: “Basterebbe immedesimarsi nell’altro per non fare del male”. Queste parole riflettevano forse le difficoltà nel suo matrimonio, mai denunciate ufficialmente.

Le colleghe di Vincenza, impiegate alla Stanhome, confermano che la donna aveva lasciato intendere problemi coniugali.

Una vita spezzata e una famiglia distrutta

Vincenza aveva condiviso con le colleghe il desiderio di iniziare una nuova vita. Viveva da separata in casa con il marito da circa un mese, ma lui non accettava la fine del matrimonio.

Amiche e colleghe rivelano che stava cercando una nuova casa per sé e per i suoi figli. Una lite sul suo desiderio di separazione potrebbe aver scatenato l’omicidio. Intanto, si attende l’esame autoptico sul corpo di Vincenza, mentre il marito si trova in stato di fermo, accusato dell’omicidio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *