“Tempo al tempo, preparati la bara, hai le ore contate, sto arrivando” dopo due anni di minacce, fermato uomo che perseguitava ex moglie

Termina la persecuzione di una donna a Montefusco: il suo ex marito riceve un divieto di avvicinamento.

Termina la persecuzione di una donna a Montefusco: il suo ex marito riceve un divieto di avvicinamento.

Perseguimento costante: due anni di terrore

Un residente di Montefusco, 53 anni, ha trasformato gli ultimi due anni in un incubo per la sua ex moglie.

Dopo la separazione nel 2021, ha iniziato a tormentare costantemente la 46enne, ora residente a Prata Principato Ultra.

Le sue azioni comprendevano incessanti sorveglianze e inseguimenti, sia presso l’abitazione che sul luogo di lavoro della donna, accompagnati da messaggi minacciosi come “Tempo al tempo, preparati la bara” e “Hai le ore contate, sto arrivando”. Anche i suoi post sui social non erano stati precedentemente considerati come prove sufficienti per una denuncia.

La resistenza di una donna porta a giustizia

La determinazione della donna ha prevalso nonostante le iniziali difficoltà legali. Come riportato da AvellinoToday, è riuscita a ottenere un provvedimento di allontanamento dal gip del Tribunale di Avellino, a seguito della richiesta della Procura.

Tale provvedimento vieta all’ex marito di avvicinarsi a lei e di soggiornare nel comune dove ora vive. Inizialmente, la sua denuncia per maltrattamenti non aveva avuto esito. Ora, con questo nuovo provvedimento, la sua sicurezza è garantita.

Decisive le indagini e le testimonianze

Le indagini condotte dai carabinieri di Montefusco hanno messo in evidenza la gravità delle azioni dell’uomo. Hanno giocato un ruolo cruciale le testimonianze fornite dalla figlia, dal padre dell’uomo e dai suoi datori di lavoro.

Queste testimonianze hanno rivelato la natura persecutoria delle sue azioni, conducendo al divieto di avvicinamento. Con questo risultato, la donna spera di poter finalmente voltare pagina e lasciarsi alle spalle questo periodo oscuro della sua vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *