“La volta e buona”, Elisa Isoardi si confessa “Piango ancora per La prova del cuoco, hanno provato a distruggermi,”

Elisa Isoardi parla del suo percorso professionale e personale dopo la chiusura del celebre show televisivo "La Prova del Cuoco", sottolineando come quest'esperienza abbia influenzato la sua vita.

Elisa Isoardi parla del suo percorso professionale e personale dopo la chiusura del celebre show televisivo “La Prova del Cuoco”, sottolineando come quest’esperienza abbia influenzato la sua vita.

Un inizio promettente

Elisa Isoardi ha iniziato la sua carriera in televisione con grande entusiasmo. Nella trasmissione “La Volta Buona” di Caterina Balivo, Isoardi ha ripercorso i suoi passi iniziando da “Guarda che Luna” nel 2005 e proseguendo con partecipazioni a vari programmi Rai, fino all’opportunità con “La Prova del Cuoco” al posto di Antonella Clerici nel 2008.

“Ero giovane, nessuno voleva andarci e mi sono detta ‘perché no?'” ha raccontato Isoardi, ricordando come la stagione in cui prese le redini del programma fosse andata molto bene​​​​.

Momenti di difficoltà e rinascita

La chiusura di “La Prova del Cuoco” nel 2018-2019 ha rappresentato un periodo complicato per Isoardi, sia a livello personale che professionale. La conduttrice ha descritto questa fase come un momento di paura per la propria indipendenza.

Tuttavia, la sua partecipazione a programmi come “Ballando con le Stelle” e “L’Isola dei Famosi” le hanno offerto una sorta di rinascita. “Mi commuove il percorso fatto lì, è stata una rinascita,” ha condiviso Isoardi​​​​.

Il finale di un’era televisiva

La conclusione di “La Prova del Cuoco”, dopo vent’anni in onda, è stato un addio difficile per Isoardi. Ha descritto il compito di chiudere il programma, che per 18 anni è stato guidato da Antonella Clerici, come un momento di grande sofferenza.

“Piango ancora per La prova del cuoco, hanno provato a distruggermi,” ha confessato Isoardi, sottolineando le sfide che ha dovuto affrontare in quel periodo​​.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *