Roberto e Fabrizia, scomparsi da due giorni, dopo incessanti ricerche sono stati trovati morti

Dopo due giorni di intense ricerche, Roberto Meo Colombo e Fabrizia De Lio, esperti escursionisti, sono stati tragicamente ritrovati morti nelle montagne di Vinadio, in provincia di Cuneo.

Scomparsa e ritrovamento in montagna

Le speranze si sono infrante per Roberto Meo Colombo e Fabrizia De Lio, la cui scomparsa ha tenuto in apprensione l’Italia. Dopo due giorni di silenzio, il pomeriggio di martedì 5 dicembre ha portato la tragica conferma: Roberto e Fabrizia sono stati ritrovati morti. Esperti escursionisti, i due avevano perso contatto da domenica, e le preoccupazioni sono cresciute quando i familiari hanno denunciato la loro scomparsa. Nonostante gli sforzi, le pessime condizioni meteo hanno interrotto le ricerche lunedì, per poi riprendere martedì, culminando nel tragico ritrovamento sulle montagne di Vinadio, nel Cuneese.

Una vita dedicata all’escursionismo

Roberto e Fabrizia, vittime di un tragico incidente in montagna, erano noti per la loro passione per l’escursionismo. In particolare, la 38enne Fabrizia, nativa di Busca, aveva un legame profondo con le montagne del Cuneese, esplorandole fin da bambina. La coppia si era avventurata in montagna domenica scorsa, approfittando di una giornata di bel tempo. Nonostante il rinvenimento della loro auto a borgata San Bernolfo, vicino ai Bagni di Vinadio, rimangono ancora misteriose le circostanze del loro decesso.

Le ricerche e il rinvenimento

Il ritrovamento dell’auto di Roberto e Fabrizia ha segnato una svolta nelle ricerche, ma il maltempo di lunedì ha imposto una pausa forzata. Riprese martedì mattina, le ricerche hanno portato al triste epilogo nel primo pomeriggio: la coppia è stata trovata senza vita. Attualmente, non sono stati forniti dettagli sulle cause del loro decesso. La comunità locale e l’intero ambiente degli escursionisti sono in lutto per questa perdita, mentre si attendono ulteriori indagini per chiarire le dinamiche di questa tragedia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *