“Vado in missione in Africa”, l’ira dei fedeli per la bugia, il giovane prete si è innamorato di una parrocchiana ed è fuggito

Un parroco di Eboli ha abbandonato il sacerdozio per fuggire con una donna di Battipaglia, provocando stupore e divisioni nella comunità della Piana del Sele.

Un parroco di Eboli ha abbandonato il sacerdozio per fuggire con una donna di Battipaglia, provocando stupore e divisioni nella comunità della Piana del Sele.

Una storia d’amore inaspettata: il sacrificio di un sacerdote per amore

In un’incredibile storia d’amore che ha colpito la comunità della Piana del Sele, un giovane sacerdote di Eboli ha rinunciato alla sua vocazione per la donna che amava. Il parroco ha sorpreso tutti, lasciando il suo ministero e la vita ecclesiastica per fuggire con una parrocchiana di Battipaglia.

La fedeltà della comunità, che credeva il sacerdote impegnato in una missione in Africa, è stata messa alla prova quando è emersa la verità sulla sua sparizione con la donna. La Curia ha risposto alla situazione nominando un nuovo sacerdote per la chiesa del paese.

Reazioni contrastanti nella comunità: lo shock dei fedeli

Il paese ha risentito profondamente di questa vicenda, dividendo l’opinione pubblica. Alcuni parrocchiani avevano già dei sospetti, ma molti si sono trovati confusi e sorpresi nel ritrovarsi senza il loro sacerdote.

Gli anziani, in particolare, che si affidavano ai servizi religiosi giornalieri, hanno espresso disorientamento e sconcerto di fronte a questa svolta inattesa. La chiesa ha dovuto sospendere temporaneamente le sue attività, aspettando l’arrivo del nuovo parroco.

Dietro le quinte della missione africana: una rivelazione inaspettata

Il parroco aveva inizialmente annunciato che la parrocchia «sarebbe rimasta chiusa per qualche giorno» a causa di una missione in un «piccolo villaggio dell’Africa».

Questa dichiarazione aveva suscitato orgoglio tra i suoi parrocchiani. Ma la scoperta successiva della sua fuga d’amore ha svelato una realtà molto diversa, scuotendo profondamente la comunità. La notizia, diffusa dal giornale locale “La Città”, ha aperto un dibattito sulla vita privata dei sacerdoti e sulle loro scelte personali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *