Grave incidente in un circo, acrobata cade mentre si esibisce sulla “ruota gigante della morte”, è grave

Un grave incidente ha scosso l'Hippodrome Circus a Great Yarmouth, con un acrobata di 20 anni che è caduto da 10 metri durante la sua esibizione nella "ruota gigante della morte", ora in ospedale.

Un grave incidente ha scosso l’Hippodrome Circus a Great Yarmouth, con un acrobata di 20 anni che è caduto da 10 metri durante la sua esibizione nella “ruota gigante della morte”, ora in ospedale.

Tragedia sfiorata in un esibizione circense

Durante una performance circense all’Hippodrome Circus di Great Yarmouth, Norfolk, Inghilterra, un artista di vent’anni è precipitato da un’altezza notevole. L’incidente è avvenuto mentre l’acrobata si trovava sulla “ruota gigante della morte”, un’attrazione notoriamente pericolosa. La caduta ha immediatamente suscitato preoccupazione e terrore tra il pubblico presente.

Soccorso e condizioni dell’acrobata dopo l’incidente

Dopo il drammatico incidente, sono stati forniti i primi soccorsi all’artista ferito. Jack Jay, direttore del circo, ha descritto l’accaduto ai media: “L’artista era pienamente cosciente dopo la caduta e due membri del pubblico, ritenuti essere un agente di polizia fuori servizio e un paramedico, si sono fatti avanti per aiutarlo. Adesso si trova ricoverato in ospedale”. Sebbene l’acrobata abbia subito diverse fratture, la sua vita non è in pericolo.

Analisi dell’incidente e misure di sicurezza

Il direttore del circo ha suggerito una possibile causa dell’incidente: “Sembra ci sia stato un errore di tempismo. È andato a saltare attraverso una delle ruote ed è scivolato, atterrando sul pavimento”. L’acrobata era in scena con suo fratello al momento dell’incidente, che poi lo ha accompagnato insieme allo staff del circo all’ospedale universitario James Paget. Lo spettacolo è stato immediatamente interrotto e sono intervenute le forze dell’ordine e i servizi di emergenza. Un’indagine è stata avviata per valutare le circostanze della caduta e la sicurezza delle strutture utilizzate per l’esibizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *