Alex, scomparso a 11 anni in Spagna durante una vacanza con la famiglia, ritrovato vivo in Francia dopo sei anni: è sfuggito a una setta

Alex Batty, un ragazzo scomparso sei anni fa durante una vacanza in Spagna, è stato ritrovato in una località francese. La procura di Tolosa conferma il ritrovamento del giovane, ora diciassettenne, che si è presentato di sua volontà alla polizia.

Alex Batty, un ragazzo scomparso sei anni fa durante una vacanza in Spagna, è stato ritrovato in una località francese. La procura di Tolosa conferma il ritrovamento del giovane, ora diciassettenne, che si è presentato di sua volontà alla polizia.

La fine del lungo viaggio di Alex Batty

Il lungo periodo di scomparsa di Alex Batty, iniziato quando aveva solo 11 anni, si è concluso con il suo ritrovamento a Revel, una città vicino Tolosa in Francia.

La procura di Tolosa ha rilasciato una dichiarazione confermando che Alex, ora un adolescente di 17 anni, si è consegnato alle autorità francesi.

Dalle vacanze alla vita in una comunità rurale

Partito per una vacanza a Marbella con sua madre e suo nonno, Alex non fece più ritorno a casa.

Emerse l’ipotesi che il ragazzo e i suoi accompagnatori avessero adottato uno stile di vita alternativo, come sospettato dalla sua nonna Susan Caruana. La polizia inizialmente pensava che il gruppo fosse fuggito verso Melilla, in Marocco, attraversando il porto di Malaga.

Ritrovamento autonomo e indagini in corso

Dopo anni di assenza, la procura francese conferma che Alex è comparso autonomamente a Revel. Secondo quanto riportato da “La Depeche”, un giornale locale,

«Il mistero di Alex Batty sta per essere risolto. Anche se non ha mostrato alcun documento ufficiale ai gendarmi che lo hanno accolto, questo ragazzo di 17 anni ha fornito autonomamente la sua identità. Il suo volto e la sua storia corrispondono in tutto e per tutto a quello del britannico rapito nel 2017».

Le indagini indicano che Alex potrebbe essere fuggito da una comunità “spirituale” rurale ai piedi dei Pirenei. Dopo giorni in solitaria, è stato aiutato da un camionista che ha contattato la polizia. Attualmente Alex è sotto la custodia dei servizi sociali, in attesa che i suoi familiari si facciano avanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *