Accusa l’ex di averla sfigurata con l’acido, ma emerge una verità diversa, è stata lei ad aggredire lui

Cambio di scenario nel caso di aggressione con acido a Palma di Montechiaro: la vittima presunta arrestata per calunnia, marito completamente scagionato.

Cambio di scenario nel caso di aggressione con acido a Palma di Montechiaro: la vittima presunta arrestata per calunnia, marito completamente scagionato.

La verità si svela

In una svolta sorprendente nel caso di aggressione con acido a Palma di Montechiaro, provincia di Agrigento, emergono nuove prove che ribaltano completamente la narrazione iniziale.

La polizia locale, dopo un’approfondita indagine, ha scoperto che la donna cinquantenne, precedentemente considerata vittima, avrebbe in realtà fabbricato l’intera storia.

Questo sconcertante sviluppo ha portato all’arresto della donna, che ora si trova di fronte a gravi accuse di calunnia e sfregio permanente.

La situazione è diventata ancora più complicata quando è stato rivelato che il marito, un uomo di 48 anni, era stato arrestato il 5 dicembre scorso in seguito alla denuncia della moglie per lesioni personali gravissime.

Il ribaltamento delle accuse

Originariamente, la donna aveva raccontato di essersi allontanata dalla struttura protetta in cui si trovava, di aver contattato il marito per prendere dei vestiti, e di essere stata in seguito aggredita con l’acido.

Tuttavia, la versione del marito, che ha sempre sostenuto la sua innocenza, è stata completamente opposta.

Ha negato con fermezza di aver avuto qualsiasi ruolo nell’aggressione, affermando di essere stato, al contrario, aggredito dalla moglie. “Non ho nemmeno toccato la bottiglietta con l’acido,” ha dichiarato l’uomo, una testimonianza che ora sembra trovare riscontro nelle nuove prove emerse.

La comunità sotto shock

La rivelazione ha causato un notevole sconcerto nella comunità locale, dove molti avevano espresso solidarietà e supporto per la donna, credendo alla sua versione dei fatti.

La scoperta che l’intera storia potrebbe essere stata un’invenzione ha suscitato dubbi e domande sulle motivazioni dietro a un tale gesto.

Le indagini in corso cercheranno di chiarire le circostanze esatte che hanno portato a questo drammatico sviluppo, con l’obiettivo di comprendere le ragioni che hanno spinto la donna a inventare una storia così drammatica e quale impatto ciò ha avuto sul marito e sulla loro relazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *