L’Ucraina piange una giovane ginnasta di 11 anni morta accanto al padre per un raid russo

Una ragazzina di soli 11 anni, Kateryna Dyachenko è morta in seguito alle ferite riportate per il crollo della sua abitazione.

La piccola era in casa con il padre, la madre e suo fratello. Lei e il padre sono morti, la madre e il fratello si sono miracolosamente salvati.

La piccola era una promettente ginnasta e viveva con la sua famiglia a Mariupol. La casa è crollata in seguito a un raid russo.

A rendere nota la morte della giovane atleta è stata la sua allenatrice Anastasia Meshchanenkova.

La notizia ha scosso tutta l’opinione pubblica.

“Non posso crederci, la nostra collega ucraina ha condiviso questa terribile tragedia. Questa creatura meravigliosamente tenera è già un angelo”, sono state le prime parole da Iliana Raeva, presidente della Federazione nazionale di ginnastica ritmica bulgara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *