Puglia, storica catena alberghiera chiude, “costi energia sproporzionati”, a casa 300 dipendenti

L’effetto caro bollette si sta facendo sentire anche in Puglia. E’ notizia di oggi che i proprietari della nota catena alberghiera Caroli Hotels hanno deciso di chiudere.

La decisione è stata comunicata alla Prefettura di Lecce.

A rilasciare dichiarazioni sulla volontà di chiudere è stato Attilio Caputo direttore generale della società che gestisce la catena di alberghi: “Pur rammaricati del disservizio che creeremo ad ospiti, partner e fornitori, gli spropositati ed insostenibili costi, che hanno eroso totalmente i margini di profitto, rendono impossibile garantire il prosieguo dell’attività pur ricorrendo alle opportunità offerte dal sistema creditizio ed all’implementazione di impianti fotovoltaici, la cui installazione non è stata ancora autorizzata”.

Attilio Caputo ha avuto un pensiero particolare per i suoi oramai ex dipendenti: “Nel ringraziare ulteriormente i nostri collaboratori, che saranno, ahimè, i primi ad essere penalizzati dalla situazione determinatasi, ci auguriamo che un ritorno alla normalità possa far ricreare le condizioni per una riapertura”.

La catena Caroli ha in provincia di Lecce diverse strutture ricettive. A Gallipoli il Jolly park hotel, il Bellavista club e l’ecoresort Le Sirenè.

Invece a Santa Maria di Leuca l’hotel Terminal e Villa La Meridiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *