Anna Kanakis, morta a 61 anni per una leucemia fulminante diagnosticata sette mesi, il commovente addio del marito

Anna Kanakis, nota attrice, modella e scrittrice, è morta a 61 anni a Roma. Il mondo dello spettacolo e della cultura piange la sua scomparsa.

Anna Kanakis, icona della bellezza italiana e Miss Italia, è deceduta a 61 anni, probabilmente a causa di una leucemia fulminante.

Tragica scomparsa di Anna Kanakis

La notizia della morte di Anna Kanakis ha sconvolto l’Italia. La Kanakis, ex Miss Italia e apprezzata attrice, è morta a 61 anni. La causa della morte sembra essere stata una leucemia fulminante, diagnosticata sette mesi fa.

La famiglia ha espresso il proprio dolore attraverso un annuncio funebre: “Affranti dall’enorme dolore annunciano la scomparsa della adorata indimenticabile moglie e figlia che ha affrontato con coraggio estremo questa lunga sofferenza. Sarai sempre vicino a noi, nei nostri cuori colpiti dall’indicibile dolore”.

Commovente addio del marito

Il marito di Anna, Marco Merati Foscarini, ha rilasciato un commovente messaggio in ricordo della moglie. Ricorda i venti anni trascorsi insieme, descrivendoli come i momenti più belli della sua vita. Il necrologio ringrazia anche i medici che hanno assistito Anna e le infermiere per il loro amore e grande umanità.

I funerali e il ricordo della famiglia

I funerali di Anna Kanakis si terranno domani, giovedì 23 novembre, nella chiesa di San Salvatore in Lauro, a Roma. La sorella Elena e la madre Cettina esprimono il loro dolore, con la madre che condivide un toccante messaggio di addio.

La vita di Anna Kanakis: amore, matrimonio, carriera

Anna Kanakis, oltre ad essere stata Miss Italia a 18 anni, ha avuto una carriera di successo come modella e attrice.

Sposata con il banchiere Marco Merati Foscarini dal 2004, la coppia non ha avuto figli. Anna, in passato, aveva espresso di non avere rimpianti per la mancata maternità e descriveva il suo matrimonio con Marco come pieno di complicità e amore. Le sue parole, rilasciate in un’intervista prima della diagnosi della malattia, risuonano ora con un significato ancora più profondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *