Femminicidio Andria, il messaggio whatsapp di Vincenza a un’amica “Luigi mi ha alzato le mani, sono finita in ospedale”

Vincenza Angrisano, una donna di 42 anni e madre di due bambini, è stata tragicamente assassinata dal suo coniuge, Luigi Leonetti, dopo un periodo di tensioni e abusi.

Vincenza Angrisano, 42enne di Andria, ha perso la vita per mano del marito. Pochi giorni prima aveva raccontato ad un’amica di essere stata picchiata.

Le ultime parole di Vincenza

Pochi giorni prima del tragico epilogo, Vincenza Angrisano, 42 anni, aveva inviato un messaggio vocale ad un’amica. In questo messaggio, diffuso da Pomeriggio Cinque, raccontava di essere stata aggredita dal marito.

Aveva trascorso una settimana difficile, cercando di evitare il più possibile la casa condivisa con Luigi Leonetti, il marito aggressore. Vincenza era finita in ospedale, ma non aveva denunciato il marito.

Il contesto della violenza

Vincenza ha descritto un periodo di grande tensione e paura. La sua decisione di separarsi dal marito, sempre più geloso e aggressivo, non aveva fermato la violenza.

Dopo essere stata picchiata da Leonetti, era stata ricoverata in ospedale, ricevendo una prognosi di quattro giorni. La sua situazione riflette una triste realtà di violenza domestica troppo spesso taciuta.

Indagini e funerali in arrivo

Domani si svolgerà l’autopsia sul corpo di Vincenza Angrisano. Successivamente, la salma sarà consegnata alla famiglia. I funerali dovrebbero essere celebrati a Barletta all’inizio della prossima settimana. Questo caso ha messo in luce l’urgenza di affrontare e prevenire la violenza domestica, un male ancora troppo presente nella società.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *