Flavio Briatore si schiera dalla parte del gioielliere “Anch’io al suo posto avrei sparato ai ladri al cento per cento”

Durante il dibattito "Italia stupor mundi", Flavio Briatore ha espresso un forte dissenso sulla gestione del turismo in Italia, proponendo cambiamenti radicali e criticando la burocrazia.

Flavio Briatore si pronuncia fermamente a favore dell’azione del gioielliere Mario Roggero, condannato per aver ucciso due rapinatori.

Briatore a favore dell’autodifesa in situazioni critiche

L’opinione dell’imprenditore Flavio Briatore si è fatta sentire riguardo l’incidente in cui Mario Roggero, proprietario di una gioielleria, ha sparato a due ladri in fuga. Briatore ha commentato la vicenda con parole nette durante un’intervista a “Zona Bianca”, affermando: “Al suo posto anche io avrei sparato, al cento per cento.” Questa dichiarazione mostra il suo sostegno verso la reazione del gioielliere, che è stato successivamente condannato a 17 anni di carcere.

Critica alla reazione del sistema giudiziario

Flavio Briatore ha espresso un punto di vista critico sull’operato del sistema giudiziario in casi simili. Ha dichiarato: “È una follia, così diamo forza ai delinquenti. Sanno che, se succede qualcosa, viene condannata la vittima e non chi ha colpito. Comprendo la rabbia dei commercianti, subire un furto è devastante, anche in casa.” Questo pensiero riflette una preoccupazione per la percezione della vittima e del colpevole nella giustizia penale.

Il dilemma dell’autodifesa

Nelle sue parole, Briatore mette in luce il difficile bilanciamento tra autodifesa e legalità. Sottolineando la sfida di valutare la minaccia in situazioni di pericolo immediato, l’imprenditore riconosce la complessità delle decisioni prese in momenti critici. Questa posizione apre un dibattito più ampio sulla legittima difesa e le sue implicazioni legali e morali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *