Chiara Ferragni, riceve il Tapiro da Staffelli per il caso Balocco, l’influencer “Ammetto, ho sbagliato”

Chiara Ferragni si scusa per il caso del pandoro "griffato" Balocco e annuncia una donazione di 1 milione di euro all'ospedale Regina Margherita.

Chiara Ferragni si scusa per il caso del pandoro “griffato” Balocco e annuncia una donazione di 1 milione di euro all’ospedale Regina Margherita.

Scuse e responsabilità

Chiara Ferragni, visibilmente commossa, appare in un video sui suoi profili social per affrontare il caso del pandoro “griffato” Balocco, dopo aver ricevuto una maxi-multa dall’Antitrust.

«Sono sempre stata convinta che chi è più fortunato ha la responsabilità morale di fare del bene», afferma Ferragni, assumendosi le sue responsabilità e chiedendo scusa per l’accaduto. Espone i valori di altruismo e responsabilità che cerca di trasmettere ai propri figli, riconoscendo l’errore commesso.

La risposta con una donazione

Nel suo video, Ferragni annuncia un gesto concreto per dimostrare la sua sincerità: una donazione di 1 milione di euro all’ospedale Regina Margherita, destinata a sostenere le cure dei bambini.

Questa decisione arriva in un momento in cui, a seguito della controversia, ha perso oltre 10.000 follower e ha visto un crollo delle interazioni sui social. La sua scelta di devolvere una somma così sostanziale rappresenta un tentativo di rimediare all’errore e di separare le sue attività benefiche da quelle commerciali.

Polemiche e supporto del marito

Nonostante le scuse, Ferragni ribadisce la sua intenzione di impugnare la sanzione dell’Antitrust, che ritiene sproporzionata. Parallelamente, il marito, il rapper Fedez, entra nel dibattito, difendendo Ferragni e attaccando la presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, per le sue priorità politiche.

La coppia, nonostante le polemiche, si impegna a generare qualcosa di positivo dal loro errore. Ferragni conclude promettendo di aggiornare i suoi follower sull’utilizzo della donazione da parte dell’ospedale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *