Vanessa vittima di femminicidio, l’incontro a scuola con Nicola, il loro matrimonio durato 11 anni, la relazione con l’uomo che l’avrebbe uccisa, il perdono del marito, poi la tragica fine

Vanessa Ballan e Nicola Scapinello, uniti in matrimonio per undici anni, hanno vissuto una svolta tragica a seguito di un tradimento e la successiva morte di Vanessa, in una storia di amore, perdono e tragedia.

Vanessa Ballan e Nicola Scapinello, uniti in matrimonio per undici anni, hanno vissuto una svolta tragica a seguito di un tradimento e la successiva morte di Vanessa, in una storia di amore, perdono e tragedia.

Da compagni di scuola a coniugi: il percorso di Vanessa e Nicola

Vanessa Ballan e Nicola Scapinello hanno percorso insieme un lungo viaggio, iniziato già ai tempi della scuola, culminato in un matrimonio felice.

Residenti inizialmente a Castelfranco Veneto, la coppia si era successivamente trasferita a Spineda di Riese Pio X, in provincia di Treviso.

Mentre Vanessa lavorava in un supermercato, Nicola svolgeva la professione di piastrellista nell’impresa di famiglia. La loro unione era stata benedetta dalla nascita di un figlio nel 2019.

L’irruzione di un terzo e la prova per Vanessa

La stabilità familiare di Vanessa e Nicola è stata messa a dura prova con l’entrata in scena di Bujar Fandaj, un uomo che ha lavorato nel supermercato dove Vanessa era impiegata e che si è invaghito di lei.

Dopo aver iniziato una relazione con Fandaj, Vanessa ha deciso di porvi fine e di confidarsi con il marito. Questa decisione ha dato inizio a un periodo tormentato per lei, segnato da episodi di stalking e minacce. “In lacrime, la donna parla con il marito, confessandogli di non riuscire a uscire dalla situazione.”

La reazione di Nicola e il tragico epilogo

Di fronte alla situazione, Nicola Scapinello ha reagito con grande coraggio, perdonando sua moglie e assistendola nella denuncia contro Fandaj. Nonostante i tentativi di ritornare a una vita normale, segnati anche dalla seconda gravidanza di Vanessa, la realtà ha preso una piega oscura e fatale.

“Non riuscirò mai a dimenticare ciò che ho visto in casa mia”, ha dichiarato Scapinello, descrivendo il momento in cui ha trovato il corpo senza vita di Vanessa, chiudendo così un capitolo di un amore che aveva resistito per più di un decennio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *