Svolta nell’eredità di Hermès, in bilico l’eredità miliardaria al giardiniere “Erano amanti, il domestico ha soggiogato il miliardario”

La decisione di Nicolas Puech di lasciare la sua fortuna a un domestico marocchino ha scatenato una controversia legale, mettendo in discussione la distribuzione dell'eredità di Hermès.

La decisione di Nicolas Puech di lasciare la sua fortuna a un domestico marocchino ha scatenato una controversia legale, mettendo in discussione la distribuzione dell’eredità di Hermès.

Decisione inattesa di Pech scuote l’ambiente ereditario

Il discendente del fondatore di Hermès, Nicolas Puech, ha preso una direzione inaspettata nel disporre della sua eredità. Ha scelto di assegnare il suo patrimonio, valutato a 10 miliardi di franchi, al suo domestico 51enne di origine marocchina.

Per legittimare questa scelta, Puech ha adottato l’uomo, indicandolo come beneficiario esclusivo.

Questa mossa ha sollevato sospetti e ha portato al deposito di una denuncia presso l’Autorità per la protezione di adulti e bambini da parte di una persona vicina a Puech.

Profilo del domestico e la sua connessione con Puech

Originariamente assunto come giardiniere, il domestico ha sviluppato un rapporto profondo con Puech, specialmente durante il periodo di lockdown.

Prima di questa controversa decisione, Puech aveva già mostrato generosità verso di lui, regalandogli proprietà di lusso sia a Marrakech che a Montreux.

Tuttavia, la natura della loro relazione è ora sotto esame, con allusioni a un possibile abuso di fiducia a causa della vulnerabilità di Puech dovuta alla sua età.

Controversie e sfide legali emergenti

La scelta di Puech ha innescato uno scontro legale con l’associazione Isocrate, un’organizzazione no-profit svizzera precedentemente designata come erede.

La legislazione svizzera impone un accordo reciproco per la modifica di un testamento, complicando la situazione.

L’ONG ha contestato la nuova disposizione testamentaria di Puech, ritenendo invalido e ingiustificato l’annullamento del precedente accordo successorio. Il conflitto, che coinvolge non solo la fortuna personale di Puech ma anche la sua quota in Hermès, si prospetta complesso e prolungato.

Il domestico al centro della tempesta legale

Il domestico, ora protagonista di questo dibattito legale, avrà l’opportunità di esporre il suo punto di vista.

Il caso si colloca in un contesto più ampio, con Hermès valutata a oltre 200 miliardi di euro in Borsa.

La decisione di Puech solleva questioni cruciali non solo sulla distribuzione della sua eredità, ma anche sulle relazioni di potere e influenza in una delle case di moda più rinomate al mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *