Ragazza di 14 anni in gravi condizioni, cade da 8 metri durante un’arrampicata su un belvedere, risultata positiva ai cannabinoidi

Due ragazze di 14 anni sono rimaste gravemente ferite dopo essere cadute da un belvedere a Nettuno. Una di esse, risultata positiva ai cannabinoidi, è stata ricoverata con gravi traumi.

Due ragazze di 14 anni sono rimaste gravemente ferite dopo essere cadute da un belvedere a Nettuno. Una di esse, risultata positiva ai cannabinoidi, è stata ricoverata con gravi traumi.

Una serata tra amiche si trasforma in tragedia

Una tranquilla serata tra amiche appena adolescenti si è trasformata in un incubo a Nettuno. Le protagoniste, due 14enni, hanno vissuto un drammatico incidente il 23 dicembre scorso.

Mentre si trovavano sul belvedere di un albergo chiuso, una delle due ragazze ha subito gravi ferite, con diverse fratture al cranio, ed è stata trasportata all’ospedale di Latina e poi al Bambino Gesù di Roma.

L’altra ragazza, in stato confusionale ma senza gravi ferite, è stata ricoverata negli ospedali Riuniti Anzio e Nettuno.

La dinamica dell’incidente e le immediate conseguenze

Non è ancora chiaro cosa esattamente abbia portato all’incidente. Le due ragazze potrebbero essere cadute mentre tentavano di scavalcare o sedersi sul muro di cinta del belvedere.

La caduta, di circa otto metri, è stata sentita da alcuni passanti che hanno immediatamente allertato i soccorsi. Al loro arrivo, una delle ragazze era priva di sensi mentre l’altra era in stato confusionale.

La ragazza più gravemente ferita, oltre alle fratture al cranio, è risultata positiva ai cannabinoidi durante gli esami di routine in ospedale.

Indagini in corso e reazioni violente

La procura di Velletri e i carabinieri di Anzio stanno indagando sull’accaduto. Sebbene non si escluda nulla, la teoria più probabile è quella di una caduta accidentale a seguito dell’assunzione di cannabinoidi.

L’incidente ha anche scatenato una reazione violenta: tre persone hanno tentato di forzare l’ingresso della redazione de “Il Clandestino” per protestare contro la pubblicazione dell’articolo relativo all’incidente. La polizia è intervenuta per sedare la situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *